mercoledì, 18 Maggio 2022

BUSTO ARSIZIO – No ai botti di Capodanno, ma soprattutto per motivi ambientali…

Mentre alcuni comuni come Legnano, Varese e Rescaldina,ad esempio, cercano di non applicare un divieto formale,- peraltro di difficilissima applicazione con conseguente sanzione di comportamenti scorretti -, in merito ai botti di Capodanno, ci sono molte municipalita’ che si sono spinte oltre, emanando delle vere e proprie ordinanze per impedire l’utilizzo di petardi ed altri giochi pirotecnici per festeggiare la fine dell’anno: tra queste segnaliamo Parabiago (dove l’ordinanza e’ comunque in vigore tutto l’anno), San Giorgio su Legnano, Castellanza, Cislago, Vanzaghello, Arconate, Solbiate Olona e, non ultima, Busto Arsizio dove, ad integrazione dei provvedimenti antismog attuati in questi giorni, il sindaco Farioli ha firmato il 29 dicembre un’ordinanza che vieta l’utilizzo di fuochi d’artificio, mortaretti, artifici esplodenti e prodotti pirotecnici in grado di provocare botti, fumi e gas fino al 6 gennaio.
Il provvedimento tiene conto del fatto che, nell’attuale situazione climatica e ambientale, è importante ridurre ogni possibile emissione di polveri e gas nell’atmosfera e, quindi, anche i fuochi di fine anno che, nelle ore e nelle giornate immediatamente successive alla loro esplosione, provocano un peggioramento della qualità dell’aria e un aumento delle polveri sottili (Pm10).
L’iniziativa non ha solo una valenza ambientale, ma avrà un effetto positivo anche per l’incolumità e per il benessere delle persone e degli animali domestici.
Nella giornata del 29 dicembre, ancora una volta, il sindaco Farioli ha ribadito ai sindaci dei comuni limitrofi, con cui nei giorni scorsi aveva già concordato una serie di iniziative, la necessità che i provvedimenti vengano coordinati a livello di area vasta e ha confermato che gli incentivi all’utilizzo del servizio di car sharing sono estese all’intero territorio.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI