19.8 C
Comune di Legnano
venerdì 17 Settembre 2021

BUSTO ARSIZIO – No ai botti di Capodanno, ma soprattutto per motivi ambientali…

Ti potrebbe interessare

Cicli terapeutici odontoiatrici con l’osteopatia per i bambini al Centro Porta Odontoiatria e Benessere

Il Centro Porta, che si trova a Busto Garolfo, nell'Alto Milanese, è da sempre promotore di un approccio multi specialistico in cui più discipline collaborano tra...

La GdF di Varese sequestra 20 chili di cocaina

E’ accaduto nei giorni scorsi a Varese: gli uomini del Comando Provinciale della Guardia di Finanza hanno arrestato tre persone accusate di detenzione e...

Luci accese di notte nelle scuole di Parabiago: c’è chi grida allo spreco

Sta suscitando diverse polemiche in questi giorni, via social, la faccenda delle luci accese di notte nelle scuole a Parabiago, e nelle sue frazioni. Come...

Questa sera a Legnano si corre la Provaccia

Tutto pronto al Campo Mari di Legnano per la corsa della "Provaccia", questa sera, venerdì 17 settembre alle 19.45. La corsa precede quella del Palio...

Mentre alcuni comuni come Legnano, Varese e Rescaldina,ad esempio, cercano di non applicare un divieto formale,- peraltro di difficilissima applicazione con conseguente sanzione di comportamenti scorretti -, in merito ai botti di Capodanno, ci sono molte municipalita’ che si sono spinte oltre, emanando delle vere e proprie ordinanze per impedire l’utilizzo di petardi ed altri giochi pirotecnici per festeggiare la fine dell’anno: tra queste segnaliamo Parabiago (dove l’ordinanza e’ comunque in vigore tutto l’anno), San Giorgio su Legnano, Castellanza, Cislago, Vanzaghello, Arconate, Solbiate Olona e, non ultima, Busto Arsizio dove, ad integrazione dei provvedimenti antismog attuati in questi giorni, il sindaco Farioli ha firmato il 29 dicembre un’ordinanza che vieta l’utilizzo di fuochi d’artificio, mortaretti, artifici esplodenti e prodotti pirotecnici in grado di provocare botti, fumi e gas fino al 6 gennaio.
Il provvedimento tiene conto del fatto che, nell’attuale situazione climatica e ambientale, è importante ridurre ogni possibile emissione di polveri e gas nell’atmosfera e, quindi, anche i fuochi di fine anno che, nelle ore e nelle giornate immediatamente successive alla loro esplosione, provocano un peggioramento della qualità dell’aria e un aumento delle polveri sottili (Pm10).
L’iniziativa non ha solo una valenza ambientale, ma avrà un effetto positivo anche per l’incolumità e per il benessere delle persone e degli animali domestici.
Nella giornata del 29 dicembre, ancora una volta, il sindaco Farioli ha ribadito ai sindaci dei comuni limitrofi, con cui nei giorni scorsi aveva già concordato una serie di iniziative, la necessità che i provvedimenti vengano coordinati a livello di area vasta e ha confermato che gli incentivi all’utilizzo del servizio di car sharing sono estese all’intero territorio.

Articoli correlati

A Busto Arsizio “ritoccata” la viabilità con due novità

La giunta comunale di Busto Arsizio ha approvato in questi giorni una modifica alla viabilità cittadina. Anzi, si tratta di due diverse iniziative, per...

Busto Arsizio cambia: presentato il progetto di trasformazione urbana

Entro il 2026 l’area delle Nord cambierà completamente volto: è l’annuncio dato in questi giorni dall’Amministrazione comunale di Busto Arsizio, che ha presentato il...

Al via un Tavolo tecnico a Busto Arsizio per il rilancio di imprese e commercio

Nasce un nuovo Tavolo tecnico a supporto delle imprese del territorio, a Busto Arsizio, un tavolo permanente a cui siedono l’Amministrazione comunale con il...

Parte “Curiosando in città”: alla scoperta di arte e storia a Busto Arsizio

E’ stato presentato nei giorni scorsi un particolare programma per visitare Busto Arsizio, attraverso percorsi a tema, accompagnati da una guida del servizio di...

La Polizia locale arresta uno spacciatore a Busto Arsizio

E' accaduto ieri, lunedì 22 febbraio a Busto Arsizio: nell’ambito della costante azione di monitoraggio del territorio e di contrasto al degrado urbano, fortemente...