7.3 C
Comune di Legnano
martedì 20 Aprile 2021

BUSTO ARSIZIO – La tradizione della Gioebia in citta’ ed in altri Comuni della zona

Ti potrebbe interessare

Nuovi servizi al cittadino con le nuove app del Comune di Busto Arsizio

Anche il Comune di Busto Arsizio ha sviluppato un percorso di innovazione con l'attivazione delle nuove “APP Municipium” e “APP-IO”, presentate nelle scorse ore...

Una correlazione tra inquinamento e Covid-19?

Si terrà mercoledì 21 aprile alle 21 una serata di confronto in videoconferenza, organizzata dalle liste civiche legnanesi “Insieme per Legnano” e Lombardi Civici...

Legnano chiude l’accesso alla via della scuola “Don Milani” in nome della partecipazione

E’ il sindaco di Legnano, Lorenzo Radice, ad annunciare in questi giorni la partenza a breve del “Bilancio tour”, un giro della giunta per...

Un milione di euro di multa alla Poltronesofà Spa per pubblicità ingannevole

Si conclude in questi giorni con una sanzione da 1 milione di euro, la vicenda della nota azienda produttrice di divani, Poltronesofà Spa, che...

A Busto Arsizio, giovedì 28 gennaio si rinnova la secolare tradizione della Giöbia: nei cortili e nelle piazze della città si darà fuoco al fantoccio che con il passare del tempo ha assunto le fattezze dei protagonisti degli eventi più significativi dell’anno appena concluso.
Come i bustocchi ben sanno, il rogo ha la funzione di liberare la città dai guai del passato, oltre a quella di bruciare l’inverno e di allontanare il buio, come nei più antichi riti popolari che propiziavano la rinascita della natura. In genere le famiglie erano solite sottolineare la festa del “dì scenèn” con una robusta cena a base di uno dei piatti tradizionali della cucina bustocca, il risotu cunt’ a lüganiga. La leggenda dice infatti che le donne che temevano il giudizio della Giöbia e volevano ingraziarsela, la prendevano per la gola preparando il risotto di cui era ghiottissima. Così Anteo (il professor Bruno Grampa) ne “Il Mistero della Giöbia”: “Col risotto la Giöbia assaggia, controlla, si calma e passa via; ma se il camino non fuma e il profumo non si sente, succedono i guai. A chi tocca purtroppo è un bello spavento. Le donne lo sanno e, verso mezzanotte, son pronte con tutti gli ingredienti”.
Nel rispetto dell’antico rito, come indicato anche dalle associazioni che si occupano di salvaguardare e valorizzare le tradizioni cittadine (Famiglia Bustocca, Famiglia Sinaghina e Magistero dei Bruscitti), l’Amministrazione Comunale e il Distretto del Commercio, in collaborazione con la gastronomia Crespi e il Panificio Colombo, inviteranno i bustocchi a gustare un fumante piatto di risotto con la luganiga in piazza San Giovanni. Il piatto sarà accompagnato da un bicchiere di vino rosso e dalle chiacchiere: l’appuntamento per la degustazione (per ogni porzione verrà chiesto il pagamento di almeno due Euro) è fissato verso le ore 19.30, subito dopo il falò delle varie Giöbie in programma nel parcheggio di via Einaudi alle ore 19.00.

CASTELLANZA (VA)

Si brucia la Gioeubia!
Il tradizionale falò si terrà giovedì 28 gennaio davanti al Comune di Castellanza
L’ultimo giovedì di gennaio, come antica tradizione vuole, accoglie il falò che allontana l’inverno proprio nei giorni di maggior rigore: giovedì 28 gennaio alle 19.15 nel parcheggio antistante il comune si brucia la Gioeubia.
Durante la manifestazione promossa dall’Assessorato alla Cultura in collaborazione conl’associazione Rione Insù, verranno offerti vin brulé con Polenta e Bruscitti; sarà inoltre allestita una bancarella con il Pane di San Giulio e vin santo in occasione dell’approssimarsi della festa patronale.
Novità del 2016 sarà la possibilità di cenare con servizio al tavolo nell’Hub, probabilmente una delle ultime occasioni per ritrovarsi a tavola sotto le stelle in piazza san Giovanni A Busto Arsizio, nella location realizzata per l’Expo, che sarà naturalmente riscaldata.
Nel menu il risotto con la luganiga, accompagnato da altre specialità a km. zero, come i salumi tipici bustocchi dal marchio De.CO, il pan tramvai con formaggella, i vol-au-vent caldi con fonduta e noci, la bruschetta al lardo e miele. Un tris di formaggi e le chiacchiere chiudono il menu, che comprende vini bianchi e rossi DOC, acqua minerale, spumante dolce e secco. Il costo è di 25 Euro a persona: il ricavato sarà devoluto in parte in beneficenza per sostenere i progetti di inclusione sociale rivolti alle persone in difficoltà lavorativa.
Gli uffici stampa e grandi eventi sono a disposizione per informazioni e per prenotazioni (obbligatorie, entro il 27 gennaio) ai numeri 0331 390266 – 0331 390310.

MARNATE (VA)

Giovedì 28 Gennaio 2016, in Piazza S.Ilario, dalle ore 20.45, si brucera’ la Gioebia!
Tutti i bambini sono invitati a portare un legnetto con un desiderio che verra’ bruciato con la giöbia.
A tutti i presenti verrà servito vin brulé e cioccolata calda.

ARSAGO SEPRIO (VA)

Inizio Festa al Parco Pissina
Ore 20.00
Camminata alla Bozza di Rugn e incontro con il Druido
Accensione Giöbia e Musica

In collaborazione con:
Associazione Amici della Bozza di Rugn
Gruppi di Cammino
Gruppo Alpini
Corpo Musicare di Arsago Seprio
Corpo Volontari Antincendio dle Parco Ticino

Data
28 gennaio 2016
Ora
19.00
Luogo
Parco Pissina e Bozza di Rugn

Altri appuntamenti nella gallery qui sotto:

Articoli correlati

Più sicura la scuola a Castellanza con il sostegno di tutta la comunità

Aiutare la scuola a mantenere sempre un alto livello di sicurezza nelle classi. E’ questo il senso dell’iniziativa nata da alcuni genitori dell’Istituto Comprensivo...

Arrestato lo spacciatore di Marnate recidivo

E’ successo nelle scorse ore nell’area boschiva di Marnate, tristemente nota per le attività di spaccio di droga: gli agenti del Commissariato di Polizia...

Un regalo solidale a Castellanza che possono fare tutti

“Questo Natale vuoi fare un regalo solidale? A Castellanza puoi”. E’ stato pubblicato sul sito comunale di Castellanza un particolare avviso, per tutti coloro che...

Chiude l’ufficio Anagrafe a Cardano: un caso di positività al Covid-19

E’ stato chiuso nelle scorse ore l’ufficio Anagrafe del Comune di Cardano al Campo, dopo che è stato registrato un contagio da Coronavirus. Tutti di...

No all’abbattimento dei palazzi in via S. Giulio a Castellanza: costa troppo

Tre enormi palazzi abbandonati da anni si ergono in via San Giulio a Castellanza, e i residenti della via hanno più volte chiesto alla giunta comunale...