sabato, 22 Gennaio 2022

BUSTO ARSIZIO – Incontro chiarificatore tra sindaco e migranti dopo le proteste di giovedi’

sindaco-migranti2Torna la calma in via dei Mille a Busto Arsizio. Un incontro tenutosi ieri mattina in comune ha disinnescato la protesta dei circa 180 profughi presenti in città, che ha vissuto il suo apice giovedì, con l’occupazione di piazza Plebiscito. Il sindaco Emanuele Antonelli, sette rappresentanti dei ragazzi saliti sulle barricate e i proprietari dell’azienda agricola che ha in gestione il centro di accoglienza, hanno cercato di fare chiarezza tra di loro su una situazione arrivata ormai al collasso. Dall’incontro durato due ore e svoltosi a porte chiuse, con dispensa per assessori e consiglieri comunali, è uscita una sorta di patto tra il sindaco e i migranti. Mentre questi ultimi si sono impegnati a rimuovere il blocco stradale ed evitare altre plateali proteste, che porterebbero a conseguenze gravi, il sindaco ha assicurato di impegnarsi a capire, nel giro di una settimana, come avviare la procedura per il rilascio di un documento di identità provvisorio che permetta loro di lavorare e di ricevere assistenza sanitaria: una procedura che non sembra abbia mai costituto un problema altrove, – è stato citato il caso del centro di Somma Lombardo -, ma che non si è mai concretizzata a Busto. Inoltre, tempo tre mesi, il sindaco si è impegnato a trovare un nuovo gestore del centro. A favorire la promessa è stato il passo indietro della stessa società agricola, apertamente contestata dai migranti e ora destinata, sembra, a uscire di scena, accontentandosi di gestire gli altri centri del Basso Varesotto. Intanto, in via dei Mille è stato rimosso il blocco, ma continua l’autogestione.

Carlo Colombo

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI