giovedì, 29 Settembre 2022

BUSTO ARSIZIO – Citta’ e comuni limitrofi blindati: arresti, denunce ed un night club chiuso

(Immagine di repertorio)

Sin dalla tarda serata di ieri e per l’intera nottata, i Carabinieri della Compagnia di Busto Arsizio hanno svolto un servizio coordinato di controllo del territorio, disposto dal comando provinciale di Varese; ai Militari di Busto si sono aggiunte pattuglie di rinforzo delle limitrofe compagnie di Luino, Varese, Gallarate e Saronno, oltre ai Carabinieri del nucleo ispettorato del lavoro; sono stati effettuati congiuntamente posti di blocco in tutto il territorio e controllati esercizi pubblici, con particolare riferimento ad un night club ed a numerose sale slot del territorio.

Nel corso del servizio sono stati tratti in arresto:

un 50enne di Busto, operaio pregiudicato, poiche’ nel corso delle fasi di identificazione durante un posto di controllo, svolto nelle adiacenze dell’arteria autostradale, e’ risultato colpito da ordine carcerazione emesso dal Tribunale di Busto Arsizio, dovendo espiare la pena di un anno, un mese e 17 giorni di reclusione  per il reato di detenzione abusiva di armi e violenza e  oltraggio a Pubblico Ufficiale, commesso a Samarate nel 2011;

un 25enne di Fagnano Olona, operaio pregiudicato, poiche’ nel corso delle fasi di identificazione degli avventori di un locale pubblico, e’ risultato colpito da ordine di carcerazione in regime di detenzione domiciliare, emesso dal Tribunale di Busto Arsizio, dovendo espiare la pena di un anno e 4 mesi per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, reato commesso a Fagnano nel 2013;

gli arrestati, al termine delle formalita’ di rito, sono stati tradotti presso i rispettivi luoghi di domicilio in esecuzione dei citati provvedimenti ed a disposizione dell’Autorita’ Giudiziaria mandante.

Nel corso dello stesso servizio, come anticipato, e’ stato controllato, congiuntamente ai Militari del N.I.L. di Varese, il night club “Rouge & Noir”,  di via Legnano a Fagnano Olona. L’esito della verifica ha portato alla denuncia a piede libero di tre amministratori, una donna romena e due fratelli di origine calabrese, per numerose violazioni, tra cui:

  • non aver garantito normale apertura delle uscite di sicurezza.
  • dispositivi antincendio non conformi.
  • omessa valutazione dei rischi e redazione del relativo documento.
  • omessa informazione sui rischi dei luoghi di lavoro.
  • omessa formazione dei dipendenti.
  • omessa vigilanza sanitaria.

Sono state comminate ammende complessive pari a € 47.480,60, contestazione di sanzioni amministrative di € 12.000,00 e recuperati contributi previdenziali pari a € 27.477,80; infine, e’ stato applicato il provvedimento di sospensione dell’attivita’ imprenditoriale (ex art. 14 d.lgs. 81/2008).

Nel corso del medesimo servizio, e’ stata fermata un’auto con una coppia di pakistani a bordo:

  • la donna, una 35enne senza fissa dimora, disoccupata e pregiudicata e’ stata denunciata per violazione della legge sugli stranieri, in quanto risultata irregolare sul territorio italiano;
  • il suo accompagnatore connazionale 30enne, residente a Vanzaghello (Mi), autista, incensurato, prevenuto, e’ stato deferito per porto abusivo di oggetti atti ad offendere, poiche, a seguito della perquisizione personale, e’ stato trovato in possesso di due cacciaviti, occultati all’interno del portaoggetti dell’autovettura;
  • Denunciato per guida senza patente anche un ecuadoregno 40enne,  residente a Gallarate, operaio e censurato.
  • Inoltre, nel corso di mirati controlli nelle adiacenze di altri locali pubblici notturni, sono stati deferiti per guida in stato di ebbrezza alcolica 9 soggetti, di eta’ compresa tra i 19 e i 31 anni (il piu’ alto tasso alcolemico riscontrato e’ stato di 2,1)

Infine, nel contesto del controllo degli avventori degli stessi locali pubblici, sono stati trovati in possesso di modiche quantita’ di hashish e marijuana, e conseguentemente  segnalati, quali assuntori alla competente Autorita’ Amministrativa, 7 soggetti (4 minori e 3 maggiorenni): mezzo etto di hashish e’ stato sequestrato nel complesso.

Nell’operazione, sono stati complessivamente identificati 123 soggetti, di cui 31 stranieri, e controllate 85 autovetture.

 

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI