lunedì, 22 Aprile 2024

Birra, la beve un lombardo su due

Quasi un lombardo su due beve birra durante l’anno. È quanto afferma la Coldiretti Lombardia in occasione della manifestazione “Milano Beer Week” che si svolgerà nel capoluogo lombardo dal 12 al 18 settembre 2016. La Lombardia – spiega la Coldiretti sulla base degli ultimi dati Istat – è la regione italiana dove la birra è più amata: la consumano oltre 4 milioni di persone (+5% sul 2014), pari al 40% della popolazione e oltre 360 mila la bevono tutti i giorni. A livello nazionale il consumo pro capite è di circa 29 litri all’anno, fra i più bassi d’Europa. Intanto in Lombardia – spiega la Coldiretti regionale – aumentano le aziende che, da Milano a Sondrio, da Brescia a Mantova, decidono di scommettere su questo prodotto: si va da quella aromatizzata ai mirtilli a quella alla canapa, dall’agribirra al mais corvino fino a quella prodotta con un processo che dura più di 80 giorni. Mentre sono 10 i birrifici industriali presenti sul territorio lombardo, ai quali si affianca una rete di circa 170 mini birrifici più o meno artigianali. A sostenere la produzione lombarda di birra – spiega la Coldiretti regionale – ci sono anche le coltivazioni di orzo, con la superficie complessiva che sta aumentando in media di oltre 100 ettari al mese, passando dai 21.700 ettari dell’anno scorso ai quasi 23 mila ettari attuali, così distribuiti: 4.363 in provincia di Mantova, 3.733 in provincia di Cremona, 3.450 nel Pavese, 3.187 nel Bresciano, 2.640 in provincia di Milano, 2.548 nella Bergamasca, 2.266 nel Lodigiano, 389 ettari in provincia di Monza e Brianza, 169 in provincia di Como, 125 a Varese, 87 a Lecco e 3 ettari a Sondrio. “Questa è una bevanda poliedrica – spiega Francesca Toscani, Responsabile regionale di Campagna Amica –: può essere leggera o pastosa, aromatizzata o naturale, si può abbinare al dolce o al salato. La regola base, però, è quella di un consumo responsabile: l’apporto calorico va dalle 34 kilocalorie per 100 grammi delle birre standard alle 60 kilocalorie di quelle più alcoliche”.

R.L.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI