Bello, tatuato e dannato arriva Polunin a Milano

Data unica questa sera agli Arcimboldi di Milano per lo spettacolo di Sergei Polunin, il ballerino ucraino di 29 anni, in scena con “Sacré”.

Il giovane talento della danza internazionale, a soli 19 anni era già primo ballerino del Royal Ballet di Londra denominato il “bad boy”, come riferiscono le cronache, perché tatuato e avvezzo all’uso di qualche droga.

Dal 2013 Polunin ha saputo mostrare un altro lato del suo essere artista, di talento e passione, creativo e curioso, come risulta nel celebre video “Take me to church”, dove il giovane danzatore da prova delle sue capacità e delle sue doti artistiche.

Tra i progetti di Polunin, creare un’unione di artisti per portare nei teatri del mondo il balletto, uno spazio per i danzatori di ogni tempo, che sappiano con la danza indagare l’animo umano, le sue debolezze, i suoi bisogni.

print