Auchan-Conad: a rischio anche i lavoratori di Nerviano e Rescaldina

E’ stato proclamato per domani, giovedì 5 dicembre dalle sigle sindacali Filcams-Cgil Milano e Uil Tucs-Uil Milano e Lombardia, uno sciopero che avrà inizio alle 9.30 in piazza Duomo a Milano, e che coinvolgerà tutti i lavoratori ex Auchan, marchio assorbito da Conad, a rischio licenziamento.

Ancora troppe incertezze gravano sul post acquisizione: nessun intervento chiaro sarebbe stato presentato da Conad nel corso di un recente incontro con i sindacati, se non soltanto l’urgenza di dichiarare più di seimila esuberi tra i dipendenti, “oggetto” di una riorganizzazione aziendale pervista entro la fine del 2020.

Incertezza e preoccupazione anche in provincia, tra i lavoratori di Auchan-Conad di Nerviano e Rescaldina che non sono stati ancora informati sul loro futuro.

A loro tutela si stanno muovendo rappresentanti sindacali e anche il mondo della politica. Scrive il vicecapogruppo vicario della Lega alla Camera, Fabrizio Cecchetti: “Presenterò nelle prossime ore un’interrogazione al ministro Patuanelli affinché intervenga in concreto. Il governo batta un colpo e lo faccia subito. Centinaia di dipendenti, ai quali esprimiamo la massima vicinanza e solidarietà, rischiano il posto di lavoro. Parliamo di dipendenti con oltre trent’anni di anzianità ai quali Conad non ha ancora fornito garanzie sul loro futuro. Il territorio del Nord-Ovest milanese non può permettersi un’emorragia occupazionale di queste dimensioni”.

print