17.6 C
Comune di Legnano
venerdì 26 Febbraio 2021

Atto intimidatorio a Lainate: esplosione alla Tecnomagnete Spa

Ti potrebbe interessare

Anche dal Circolone di Legnano in streaming “L’ultimo concerto?”

Si svolgerà domani, sabato 27 febbraio, alle 21, la diretta streaming dal Circolone di Legnano del gruppo musicale dei Punkreas, con “L’ultimo concerto?”, evento...

Il Comitato provinciale sicurezza si è riunito a Busto Arsizio contro gli atti vandalici

Si è svolto ieri, giovedì 25 febbraio, a Busto Arsizio, un incontro del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza, cui hanno partecipato, con...

Regione Lombardia cerca operatori sanitari per effettuare le vaccinazioni anti Covid-19

Al via la ricerca di medici e infermieri in Lombardia per scendere il campo in supporto alle vaccinazioni: la Regione ha pubblicato nelle scorse...

Il Gruppo CAP premiato per la ricerca e l’innovazione

Il Gruppo CAP, gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano, tra le più importanti monoutility del Paese, ha vinto per la...

E’ successo ieri, venerdì 22 gennaio, in mattinata: in via per Nerviano a Lainate i Carabinieri della stazione locale sono intervenuti in seguito ad forte boato, simile ad un’esplosione, seguito da una nube di fumo. Sul posto i militari hanno accertato che l’esplosione ha avuto luogo nel parcheggio antistante una palazzina al cui interno hanno sede degli uffici della società Tecnomagnete S.p.A., che da qualche tempo è presa di mira con intimidatori ad opera di ignoti.

Il motivo scatenante, secondo i dipendenti dell’azienda, sarebbe la recente crisi occupazionale venutasi a creare in seguito alle difficoltà economiche incontrate dalla ditta durante la pandemia da Covid-19. Una crisi che ha portato i vertici della Tecnomagnete a mettere in cassa integrazione numerosi impiegati, che stanno rischiando il licenziamento.

La situazione sta a generando la rabbia dei dipendenti, che hanno già organizzato varie proteste sindacali e, per mano dei più esagitati, dei veri e propri atti intimidatori. Questi ultimi sono quelli che preoccupano di più i dipendenti a causa della loro efferatezza e del loro tratto macabro: soltanto il mese scorso è stata trovata una testa di maiale vicino agli uffici dirigenziali della ditta, un avvertimento forte che non è passato inosservato.

L’esplosione di ieri è stata generata probabilmente da una bomba carta.

Articoli correlati

Milano scossa da un boato all’alba: esplode un appartamento in piazzale Libia

E’ successo questa mattina a Milano, sabato 12 settembre, alle prime ore del giorno: una violenta esplosione, che si è sentita a parecchi chilometri...

Esplosione in un negozio a Castellanza

E’ successo ieri, domenica 16 agosto alle 13: in viale Lombardia a Castellanza si è sentito improvvisamente un boato, provenire dall’interno di un negozio,...

Quando la tragedia si consuma al di là del mare. Anche l’Italia offre aiuti dopo l’esplosione a Beirut

“Abbiamo bisogno di tutto": l’appello univoco lanciato dalla città di Beirut all’indomani della doppia esplosione avvenuta al porto della capitale del Libano, in un...

Esplosione alla Fonderia di viale Belforte a Varese: ma nessun incendio

E’ successo questa mattina, mercoledì 29 aprile: i Vigili del fuoco sono intervenuti nella Fonderia di viale Belforte a Varese, per un principio di incendio. Più precisamente,...

Muore una persona nell’esplosione di Seriate

E’ di una persona deceduta il bilancio dell’esplosione di una palazzina, avvenuta nelle scorse ore a Seriate, in provincia di Bergamo. Le cause dell’incidente sono ancora...