giovedì, 20 Gennaio 2022

ATM spegne i blocchi di emergenza del metro causa delle frenate brusche

La soluzione è stata adottata nelle scorse ore, sebbene in maniera temporanea: ATM, l’Azienda Trasporti milanese ha spento i dispositivi di emergenza, risultati la causa delle recenti brusche frenate dei treni della metropolitana che, in alcuni casi, hanno causato il ferimento di più persone.

Si tratta di un primo passo da parte dell’azienda per risolvere il problema, e riguarderà sei stazioni della metro Linea 2 “verde”: Cassina de’ Pecchi, Vimodrone, Cimiano, Porta Garibaldi, Porta Genova e Romolo; la soluzione è stata adottata mercoledì scorso, nell’ambito di un incontro tra i direttori dell’Esercizio e della Sicurezza di ATM: “Le boe (i sensori – ndr.) associate ai segnali alti in direzione legale sono state rimosse”.

Lo spegnimento dei dispositivi di blocco, che potevano generare falsi allarmi nel sistema e le conseguenti brusche frenate, non comporterà un abbassamento dei livelli di sicurezza dei convogli, anche perché è stata ottimizzata la risposta degli scambi.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI