domenica, 26 Maggio 2024

“Arti, attrezzi e mestieri”: una mostra fotografica a Legnano per aiutare la Guinea Bissau

Sarà inaugurata oggi, martedì 30 aprile alle 17.30 a Palazzo Leone da Perego a Legnano e in nove vetrine tra negozi, URP, Centro parrocchiale San Magno della ZTL, oltre che nell’atrio di Palazzo Malinverni, la mostra fotografica diffusa con i settanta scatti di Armando Belloni, che ha ritratto persone al lavoro nelle loro attività di ogni giorno.

Come si legge in una nota del Comune, rigorosamente in bianco e nero e mai “in posa”, le fotografie sono state scattate nel periodo post Covid e hanno catturato professioni e mestieri presenti sul territorio, così come attività di grande tradizione e rinomanza in altre parti d’Italia, quali quelle dei soffiatori di vetro di Murano e delle ricamatrici di Offida.
Le immagini vogliono celebrare il lavoro nelle sue diverse sfaccettature, dalla manualità all’applicazione della tecnologia, dall’amore per la natura alla vocazione per il bello rievocando vecchi mestieri e volgendo uno sguardo alle nuove conquiste della scienza e della tecnica.

Realizzata da Comune di Legnano, Rotary Club Parchi Alto Milanese, Consolato Italiano della Guinea Bissau, Associazione Liceali sempre e Famiglia Legnanese, la mostra ha uno scopo benefico: il sostegno della comunità della Guinea Bissau, e per questo si pone in continuità con l’esperienza decennale di medici e professionisti del Rotary Club Parchi Altomilanese che svolgono attività di cooperazione in ambito sanitario, educativo e sociale a distanza e in loco.

Tutti i liberi contributi dei visitatori della mostra andranno a finanziare il progetto “Health for your future”, finalizzato alla realizzazione del primo centro medico per la neuro-riabilitazione pediatrica nell’ospedale di Bohr in Guinea Bissau, e che si concretizza nell’acquisto di letti e ausilî specifici per la riabilitazione, nella formazione del personale e nell’attivazione di borse di studio per nuovi medici e, infine, nel coordinamento e supervisione in loco da parte di personale medico specializzato. Referenti del progetto sono il medico cooperante Ernestina Ricotta e il console italiano in Guinea Bissau Bruno Morlacchi.

La mostra è stata resa possibile dalla collaborazione di più soggetti, una sorta di quadratura del cerchio, in cui rientrano arte, solidarietà, volontariato, cultura. Grazie a tutti per aver creato questo sogno”, ha detto il fotografo Belloni.

La mostra sarà aperta il sabato e i festivi dalle 10 alle 12.30, e dalle 15.30 alle 19. Ingresso libero.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI