domenica, 26 Maggio 2024

Arrivano le nuove passerelle lungo la ciclopedonale del lago di Varese

Proseguono gli interventi previsti dal progetto AQST Pista Ciclabile Lago Varese. Dopo l’intervento nel territorio di Cazzago Brabbia, con il ripristino del fondo in materiale naturale e la sistemazione dell’area con un nuovo arredo urbano, si procederà alla sostituzione delle passerelle nei Comuni di Buguggiate, Azzate e Groppello di Gavirate.

I lavori inizieranno lunedì 8 aprile, con la rimozione e la posa delle nuove passerelle di legno lungo la pista ciclopedonale. Queste operazioni richiederanno la temporanea sospensione della circolazione di pedoni e ciclisti al fine di garantire la sicurezza del traffico e degli addetti ai lavori.

Per tale motivo è stata emessa un’apposita ordinanza di chiusura, che prevede la temporanea sospensione del transito a pedoni e ciclisti lungo la pista ciclabile: a Buguggiate il giorno 8 aprile, ad Azzate il giorno 9, a Gavirate il giorno 10. Inoltre, nei giorni 10 e 11 aprile, dalle 8 alle 18, sarà attivo un sistema di circolazione a senso unico alternato, gestito da movieri, per consentire il montaggio dei parapetti in corrispondenza dei cantieri.

L’impegno a promuovere uno stile di vita sano, sostenibile e attivo è una priorità nell’agenda della Provincia di Varese e in questa ottica è fondamentale il ruolo delle ciclopedonali nel nostro territorio. La sostituzione delle passerelle lungo la pista ciclabile del Lago Varese rappresenta un ulteriore passo per il miglioramento della fruibilità dei percorsi e la promozione della mobilità dolce, oltre che un ulteriore modo per valorizzare il nostro patrimonio paesaggistico, elemento distintivo da tutelare e salvaguardare. Gli interventi mirano a migliorare l’esperienza dei cittadini e dei turisti che scelgono di godere delle bellezze naturali del nostro territorio attraverso la bicicletta o a piedi.
La mobilità sostenibile non soltanto favorisce la salute e il benessere delle persone, ma contribuisce anche a preservare il nostro ambiente e a ridurre l’impatto ambientale delle nostre attività. Un “vecchio” modo di muoversi per attivare una nuova prospettiva di tutela della salute e dell’ambiente”, commenta Paola Rovelli, consigliera delegata alle piste ciclopedonali e al turismo.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI