23.8 C
Comune di Legnano
lunedì 3 Agosto 2020

Arrivano Ale e Franz “Nati sotto contraria stella”

Ti potrebbe interessare

Centri estivi a Canegrate: per molti prosegue l’avventura

Venerdì 31 luglio si sono conclusi a Canegrate alcuni dei centri estivi proposti quest’anno: il Centro estivo per l’infanzia alla scuola Rodari,...

Ma perché le corse ciclistiche sono sempre di lunedì?

Non è la prima volta che succede: Legnano e alcuni Comuni dell’Alto Milanese attorno alle 12 di oggi, lunedì 3 agosto, hanno...

Prove di vaccino anti Covid-19 sull’uomo: i primi test in Lombardia

L’Università Bicocca di Milano e l’ospedale San Gerardo di Monza si preparano a sperimentare il vaccino italiano anti Coronavirus, prodotto da Takis...

Piccole imprese a rischio: cosa si lascia alle spalle l’epidemia

L’autunno attende al varco le piccole imprese artigiane di Milano che, a causa dell’epidemia da Coronavirus, hanno visto calare talmente i propri...

Le feste di Natale del Teatro Manzoni di Milano saranno allietate dal duo comico Ale e Franz, che dal 10 dicembre all’1 gennaio porteranno in scena la commedia “Nati sotto contraria stella”, regia di Leo Muscato.

Una compagnia di improbabili attori decide di mettere in scena il dramma di Giulietta e Romeo seguendo lo stile elisabettiano caro a Shakespeare, per cui i personaggi, tutti uomini, recitano anche le parti femminili (fino al XVII secolo era considerato disdicevole che una donna calcasse i palcoscenici).

Sette vecchi comici trasformisti rappresenteranno la tragedia pensando di avere qualcosa in più di chiunque altro l’abbia raccontata prima, convinti di poter alternare in perfetta fusione tragedia e commedia, risultando grotteschi.

“L’Attorone” Ale nella parte di Giulietta non si rassegna a dover recitare con una compagnia così improbabile, e cerca di portare avanti uno spettacolo di qualità.

La risposta all’Attorone sarà “l’Avanguardista” Franz che, nonostante si sia sforzato di partecipare ai provini di tutti i più grandi teatri, non ha mai avuto l’occasione giusta, finendo con il recitare in piccoli teatri d’avanguardia. Con Romeo e Giulietta reciterà nel ruolo del protagonista per il quale cercherà di essere credibile.

Gli altri personaggi che completano la scena sono “l’ Avventizio” un attore casuale, recuperato per caso, più una sorta di spettatore, “il Promiscuo” abituato a esibirsi ovunque, anche davanti ad un pubblico che spesso nemmeno ascolta, “il Figurante” che ha tentato ogni strada del canto lirico ma che alla fine si è ritrovato ad accettare parti rifiutate da altri in piccoli teatri, “il Direttore” che cerca di riparare danni e colmare lacune del resto della compagnia, e “il Musicante”, l’unico vero talento che si adatta al ruolo assegnato per tirare a campare.

Tutti animati dalle migliori intenzioni, decisi a dare carattere al dramma Shakespeariano, cercheranno di attuare con enfasi le proprie parti, risultando inevitabilmente ridicoli.

Per chi desiderasse trascorrere il Capodanno a teatro, al termine della rappresentazione del 31 dicembre la compagnia brinderà insieme agli spettatori.

Silvia Ramilli

Articoli correlati

Il “Berretto a sonagli” apre la stagione 2019-2020 del teatro Manzoni

La calda Sicilia di Luigi Pirandello con uno straordinario Gianfranco Jannuzzo, per la regia di Francesco Bellomo, sarà in scena dal 10...