Cerca
Close this search box.
sabato, 20 Luglio 2024
sabato, 20 Luglio 2024
Cerca
Close this search box.

Arrivano a Legnano i risultati del monitoraggio della qualità dell’aria

Immagine tratta dalla relazione ARPA: la stazione mobile di misurazione

I dati raccolti hanno evidenziato una marcata stagionalità di tutti gli inquinanti monitorati, con concentrazioni molto più elevate nei mesi più freddi della campagna. Questo è dovuto sia alle sorgenti aggiuntive presenti durante l’inverno (a esempio il riscaldamento), sia alle particolari condizioni meteorologiche più favorevoli all’accumulo degli inquinanti.

Si legge così nel capitolo delle conclusioni della relazione di ARPA Lombardia, consegnata nei giorni scorsi al Comune di Legnano, quali risultati della campagna di monitoraggio della qualità dell’aria, che aveva richiesto l’Amministrazione comunale stessa.

“La relazione fornisce un’analisi preliminare delle misure d’inquinamento atmosferico effettuate a Legnano in via Castello angolo via Pietro Toselli dal 21 gennaio al 22 febbraio e dal 16 giugno al 19 luglio 2016. Nello specifico sono stati presentati i risultati principali per PM10, PM2.5 e benzo(a)pirene, inquinanti integrativi rispetto a quelli già monitorati in continuo nella stazione fissa della rete di monitoraggio regionale posta in via Matteotti angolo via Diaz (ossidi di azoto e ozono)”, si legge nel documento dell’ARPA.

Scopo delle verifiche, integrare e confrontare i dati delle stazioni fisse di rilevazione degli inquinamenti presenti sul territorio con le misure di PM10, PM2.5 e degli idrocarburi policiclici aromatici (IPA).

Le misurazioni sono state effettuate mediante un laboratorio mobile, provvisto di vari analizzatori automatici.

La rilevazione richiesta ad ARPA è collegata alla proposta “Respiriamo per vivere, non per morire”, votata dai cittadini nel corso della prima edizione del Bilancio Partecipativo. Emersa purtroppo la non eseguibilità della proposta, che consisteva nell’acquisto di una centralina, poiché le rilevazioni non sarebbero state certificate, si è deciso di destinare parte delle risorse verso la riqualificazione delle rilevazioni sugli inquinamenti PM10 – PM 2,5 – IPA nel territorio cittadino, con la collaborazione di ARPA Lombardia.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI

Close Popup

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web è possibile che vengano archiviate o recuperate informazioni e salvate nella cache del tuo Browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Cookie tecnici
Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Accettazione/Rifiuto Gdpr
Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Open Privacy settings