25.4 C
Comune di Legnano
venerdì 7 Agosto 2020

Arriva il progetto affidi “Il Filo di Emma”

Ti potrebbe interessare

Uomo accoltellato in strada a Mozzate muore per una lite

E’ accaduto ieri, giovedì 6 agosto, in serata: un uomo di 36 anni è deceduto in seguito ad un accoltellamento, avvenuto in...

Terminerà a settembre il restauro della Basilica di San Magno a Legnano

Posticipata a causa dello stop dei lavori, per l’emergenza sanitaria da Coronavirus, la conclusione del restauro della Basilica di San Magno a...

Una nuova piazza per la stazione di Parabiago

Riqualificare l’accesso alla stazione ferroviaria, ampliando la zona pedonale e ripensando ai parcheggi e alla viabilità dei suoi dintorni, è l’obiettivo del...

Aumentano i casi di Coronavirus tra ragazzi e bambini: scende l’età media delle persone contagiate

I dati sono stati diffusi dall’OMS, l’Organizzazione mondiale della Sanità, nelle scorse ore: dallo scorso febbraio la percentuale di casi di Corvid-19 tra...

Si è svolta ieri mattina in municipio a Busto Arsizio, la presentazione del progetto affidi “Il filo di Emma”, promosso dalla comunità di accoglienza per minori “La Casa Gialla” onlus, che sarà presentato il 14 gennaio a tutti i cittadini interessati.

Oltre all’assessore all’Inclusione sociale Osvaldo Attolini, erano presenti Lia Silanos referente, Michela Chiolle e Alessandra Di Modica dell’associazione “La Casa Gialla” onlus, Francesca Prosperini di “Piccolo Principe”, Luigi Baggio di “Progetto Pollicino”.

“Il Comune è sempre disponibile a queste iniziative nell’ottica del sociale, che prende a cuore i bisogni di ragazzi in difficoltà. Con la consapevolezza ad una risposta di questo tipo può essere più efficace e anche più efficiente per una collaborazione con associazioni del territorio, che sono in grado non solo di gestire l’intervento, ma anche di progettarlo. L’amministrazione comunale si rende disponibile a concedere siti per eventuali incontri informativi e anche la possibilità di spazi più ampi per le associazioni di volta in volta che vorranno proporci dei nuovi progetti”, ha detto l’assessore.

L’iniziativa nasce dalla collaborazione di più associazioni, con lo scopo di prendere in considerazione i bisogni dei minori in difficoltà.

“Un nuovo percorso di avvicinamento al tema dell’affido: il nostro compito è quello di dare assistenza, conforto, e una guida certa e costante a chi volesse intraprendere questo percorso con il desiderio di essere un genitore sociale, nel accudire, per un periodo più o meno lungo, un bambino o un ragazzo presso il proprio domicilio e assicurargli il conforto della famiglia, che sia tradizionale oppure di una sola persona e magari con altri figli. Le persone interessate al progetto avranno la possibilità di seguire degli incontri con altre famiglie affidatarie, serate informative sul tema e tutto il supporto sia all’inizio che per tutto il percorso con l’aiuto se richiesto del psicologo, assistente sociale, educatrice. Accompagnare le famiglie in un percorso di consapevolezza, soprattutto per evitare fallimenti dolorosi e devastanti per i minori”, hanno spiegato i referenti delle tre associazioni aderenti.

Per ulteriori informazioni: info.ilfilodiemma@gmail.com, https://www.facebook.com/ilfilodiemma/

Articoli correlati