Arriva il gioco del quidditch: non soltanto roba da maghetti

Alcune fasi di allenamento del gioco del quidditch (Foto dal sito dei Meneghins)

Famoso perché praticato dal celebre giovane mago Harry Potter, nella saga letteraria, insieme ai suoi compagni di scuola nel cortile del castello di Hogwarts, il gioco del quidditch arriva anche a Milano, accompagnato dall’Associazione Sportiva Milano Meneghins, che dal 2012 si occupa della sua diffusione.
Il quidditch, come spiegato dai suoi sostenitori, è una disciplina sportiva in grado di fondere i principi fondamentali di dodgeball, pallamano e rugby.

In occasione della nuova stagione sportiva, si svolgerà una giornata gratuita di allenamenti con la squadra domenica 16 settembre, alle 10.30 al Parco di Trenno a Milano.

Il quidditch è nato nel 2005 nelle università americane, come sport ispirato alla famosa saga creata da J.K. Rowling, e cresce rapidamente al punto che nel 2007 si è tenuta la prima World Cup. L’ultima World Cup, del 2018, si è tenuta lo scorso giugno a Firenze e ha raccolto più di trenta nazionali provenienti da tutto il mondo.

Come si legge in una presentazione del gioco, “due squadre di sette atleti si scontrano su un campo a pillola di 33 x 55 metri, con tre anelli di diverse altezze disposti su ogni lato, cavalcando bastoni di pvc (le “scope” della famosa saga) che fungono da handicap. Le squadre sono composte da tre cacciatori, un portiere, due battitori e un cercatore”.

Il gioco del quidditch si annuncia entusiasmante ed inclusivo.

Per ulteriori informazioni sulla giornata delle prove aperte a tutti: 340/5761153, 349/5688975, e-mail: mi.meneghins@gmail.com

print