Arriva il bando “Filiere corte” per il sostegno delle imprese agricole della Lombardia

(Foto da Regione Lombardia)

E’ stato emesso in questi giorni un bando, da Regione Lombardia, per il sostegno dell’attività delle imprese agricole, che decideranno di vendere direttamente i proprio prodotti, o con l’impiego di un unico intermediario.

Filiere corte” è il nome del progetto, che prevede l’erogazione di 1 milione e 600mila euro, nell’ambito del “Piano di sviluppo rurale” che punta a favorire la riduzione dei passaggi tra produttori e consumatori, la filiera corta, e la cooperazione tra le aziende agricole, ma non soltanto.

Il programma contempla anche l’adizione e il sostegno di nuove soluzioni tecnologiche e Internet, nuovi strumenti a disposizione del settore agricolo per facilitarne lo sviluppo, per implementare l’intermediazione commerciale, con il commercio elettronico, i box schemes, la vendita a catalogo, eccetera, che dia senso alla filiera corta, con un occhio di riguardo anche alla sostenibilità e alla qualità.

Il bando prevede l’erogazione di un contributo in conto capitale, pari ad una percentuale sulle spese ammesse a finanziamento, stabilita nel 50% dell’importo relativo alle spese ammissibili per studi di fattibilità del progetto, e nel 40% dell’importo relativo alle spese ammissibili per investimenti come ristrutturazioni, restauri, acquisto di impianti macchine e attrezzature. Il contributo massimo per ogni progetto sarà di 200mila euro.

La domanda  per partecipare al bando deve essere presentata esclusivamente con il Sistema Informatico delle Conoscenze della Regione Lombardia (SISCO) entro le 16 del prossimo 20 maggio.

Per informazioni: Numero Verde 800.131.151, oppure 02/67655756.

print