22.9 C
Comune di Legnano
sabato 31 Luglio 2021

Ansor licenzia e non si presenta all’incontro chiesto dal Comune di Canegrate

Ti potrebbe interessare

Fiera di San Francesco a Cerro Maggiore nel nome della sicurezza

Lunedì 2 agosto per le vie del centro di Cerro Maggiore si svolgerà la tradizionale Fiera di San Francesco. Le bancarelle riempiranno le vie...

Al mercato di Legnano un gruppo di Anonymous for Voiceless racconta l’agonia degli animali

Immagini forti tanto da sembrare irreali, proiettate su alcuni grandi schermi, sono state presentate questa mattina, sabato 31 luglio, al mercato di Legnano, da un...

Regioni da zona gialla e terza dose di vaccino: il governo valuta

Mentre risale la curva dei contagi da Covid-19 in tutta Italia, alcune regioni cominciano ad avvicinarsi ai numeri che prevedono, di nuovo, il passaggio...

“Delta Live” occasione di svago e socializzazione a “Il Giardino” di Legnano

Si è conclusa ieri, venerdì 30 luglio, al ristorante self service “Il Giardino” di via Marconi a Legnano, la programmazione estiva 2021 di “Delta...

La proprietà dell’azienda Ansor di Canegrate non si è presentata all’incontro organizzato dal Comune tra le parti coinvolte, lavoratori e sindacati, per fare il punto della situazione dopo i quattro licenziamenti dell’1 luglio scorso.

Mentre l’Amministrazione comunale ha convocato le parti per avviare una mediazione nella giornata di ieri, lunedì 19 luglio, la proprietà non si è presentata, nè ha mandato alcun rappresentante. Il sindaco Roberto Colombo, con il vice sindaco Matteo Modica e l’assessore Franca Meraviglia, ha incontrato i quattro lavoratori e il funzionario sindacale della Fiom/CGIL Antonio Del Duca.

Come si legge in una nota, i licenziamenti sono scattati il primo luglio, giusto allo scadere del blocco, “con un tempismo spietato che fa riflettere. La proprietà ha deciso di non attivare nemmeno, come invece poteva, i previsti e possibili ammortizzatori sociali. La situazione produttiva della “nuova” Ansor è tra l’altro poco chiara, anche in seguito all’incendio sviluppatosi in azienda nel gennaio scorso”.

Con il sostegno della Fiom/CGIL i lavoratori, che si dicono molto preoccupati dall’atteggiamento giudicato arrogante e irresponsabile della proprietà, che mette a repentaglio il loro futuro e quello dell’azienda, tuteleranno la loro dignità e le loro ragioni con ogni mezzo.

Sindaco e Amministrazione comunale condividono i sentimenti dei lavoratori e giudicano estremamente negativo l’atteggiamento e le decisioni della proprietà, che non tiene in alcuna considerazione né i propri dipendenti, né le autorità locali. “Siamo e saremo dalla parte di Norma, Alessandro, Alioune, Marco e di tutti i lavoratori che difendono il loro lavoro e la loro dignità”, la voce del Comune.

Articoli correlati

La Nuova Ansor di Canegrate incontra in municipio i lavoratori licenziati

Si è svolto lunedì pomeriggio in Comune a Canegrate il previsto incontro tra la proprietà della Nuova Ansor Srl e i quattro lavoratori licenziati,...

Una questione di dignità: i quattro licenziati della Ansor a Canegrate ritentano l’incontro con la proprietà

Ormai è una questione di dignità, di voler guardare negli occhi chi ha fatto pervenire loro la comunicazione del licenziamento dall'azienda Nuova Ansor Srl...

Il Comune di Canegrate vicino ai lavoratori Blufer-Ansor licenziati

La vicenda sta avendo una particolare risonanza a Canegrate: i quattro lavoratori licenziati giovedì 1 luglio, all’indomani esatto dello scadere del blocco aziendale dei...

Quando un campo è soltanto un campo a San Giorgio su Legnano

Particolare l’intervento del sindaco di San Giorgio su Legnano, Walter Cecchin, alla sollecitazione via social di una concittadina che chiede lo sfalcio dell’erba in...

Canegrate sostiene i suoi bambini e i suoi ragazzi iscritti al Sangio Camp 2021

I cittadini di Canegrate mostrano di apprezzare le attività del Sangio City Camp, il noto campo estivo annuale, con un crescente numero di iscritti....