lunedì, 6 Febbraio 2023

Andrea Cisternino finalmente raggiunto dai soccorsi in Ucraina

(Foto da web - LNDC)

Finalmente l’ansia è finita: Andrea Cisternino, il volontario animalista italiano che vive in Ucraina nel “Santuario Kj2” da lui fondato, con circa quattrocento animali è stato raggiunto dai soccorsi partiti dall’Italia. Andrea, ex fotografo di moda, originario di Ponte Lambro in provincia di Como, dal 2009 vive in Ucraina nel villaggio di Losovychi, a circa 45 minuti da Kiev, zona attualmente occupata dalle forze armate russe.

In seguito all’allarme lanciato dalla moglie di Andrea, Vlada Shalutko, che sottolineava come al rifugio fossero in situazione di grandissima emergenza per il cibo e l’acqua, la Croce Rossa si è attivata per ottenere un accordo con le forze militari russe per raggiungere il rifugio, e moltissime associazioni hanno dato il proprio contributo.

Il giornalista Claudio Locatelli, arrivato al Santuario con i soccorsi, ha dato subito la notizia via social. Locatelli partito dal punto ENPA di Verona il 23 marzo era già arrivato alla periferia di Kiev, rimanendovi alcuni giorni in attesa di completare l’ultimo miglio, pochi chilometri che lo separavano da Andrea Cisternino e dai volontari, che con lui si trovano nel rifugio per accudire i quattrocento tra cani, gatti, cavalli e animali da fattoria. Finalmente l’incubo è terminato con l’arrivo di cibo e medicinali veterinari.
Cisternino, come tutti gli italiani che ancora si trovano in Ucraina e non possono, o non vogliono, lasciare le proprie case e le proprie attività, sono seguiti costantemente dalla Farnesina.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI