AGGIORNAMENTO: Non ce l’ha fatta il ragazzino intossicato nell’incendio a Milano

Incendio Cogne 06 VF

Non si è più ripreso il ragazzo di tredici anni, unico ricoverato all’ospedale Sacco in gravi condizioni, per l’intossicazione dopo l’incendio che è divampato ieri mattina ai piani alti di una palazzina di via Cogne, al quartiere Quarto Oggiaro di Milano.

Il giovane è morto questa mattina alle 10: i medici hanno tentato di tutto per salvarlo, ma nulla è valso.

Ancora al vaglio le cause del rogo, che potrebbe essere stato innescato dal cattivo funzionamento di una stufetta elettrica, o dall’impianto di riscaldamento.

I Vigili del fuoco avevano trovato il ragazzino nel bagno della sua casa, dove si era rifugiato cercando scampo dal fuoco e dal fumo irrespirabile, in uno degli appartamenti devastati dalle fiamme, all’undicesimo piano.

Migliorano le condizioni degli altri sette intossicati nella palazzina.

print