7.3 C
Comune di Legnano
martedì 20 Aprile 2021

Anche Castellanza in prima linea per decidere di Accam

Ti potrebbe interessare

Nuovi servizi al cittadino con le nuove app del Comune di Busto Arsizio

Anche il Comune di Busto Arsizio ha sviluppato un percorso di innovazione con l'attivazione delle nuove “APP Municipium” e “APP-IO”, presentate nelle scorse ore...

Una correlazione tra inquinamento e Covid-19?

Si terrà mercoledì 21 aprile alle 21 una serata di confronto in videoconferenza, organizzata dalle liste civiche legnanesi “Insieme per Legnano” e Lombardi Civici...

Legnano chiude l’accesso alla via della scuola “Don Milani” in nome della partecipazione

E’ il sindaco di Legnano, Lorenzo Radice, ad annunciare in questi giorni la partenza a breve del “Bilancio tour”, un giro della giunta per...

Un milione di euro di multa alla Poltronesofà Spa per pubblicità ingannevole

Si conclude in questi giorni con una sanzione da 1 milione di euro, la vicenda della nota azienda produttrice di divani, Poltronesofà Spa, che...

Si è svolto nei giorni scorsi in municipio a Castellanza un tavolo tecnico, per fare il punto della situazione a proposito dell’inceneritore Accam.

I sindaci di Castellanza, di Marnate e di Olgiate Olona con i componenti delle rispettive giunte, il Consigliere delegato all’Ambiente della Città di Castellanza, gli Amministratori comunali di Fagnano Olona, Marnate, Olgiate Olona e San Giorgio su Legnano hanno incontrato il Presidente di Accam Angelo Bellora.

Tra i temi discussi, una serie di questioni legate al futuro della società che comprende 27 Comuni, tra l’Alto Milanese e il Varesotto.

Come si legge in una nota diffusa dal Comune, Bellora ha relazionato sulla situazione dell’impianto, sui maggiori costi dovuti al recente incendio, e sulla necessità di reperire tra i Comuni soci risorse per coprire i costi di funzionamento e manutenzione dell’impianto fino al 2027.
Impensabile la chiusura entro il 2020, perché comporterebbe danni economici per i soci, tra penalità e costi di bonifica.

“Come Comuni soci saremo chiamati a decidere se mandare in liquidazione la società o darle fiducia, trovando però garanzie per la continuità della stessa. Bellora ci ha dato risposte importanti sulla richiesta di liquidità, sul rinnovo della polizza all-risk e sulle procedure della prossima nomina del nuovo Direttore Generale, per la quale sono giunte candidature altamente qualificate che sono al vaglio di una Commissione appositamente individuata”, ha spiegato il sindaco di Castellanza, Mirella Cerini.

Articoli correlati

Partite le indagini ambientali su ACCAM

AGESP, AMGA e Gruppo CAP hanno chiesto qualche giorno supplementare per completare le verifiche a 360° su aspetti ambientali, legali e finanziari, fondamentali per...

Per chi non ci ha capito un “accaM”: arriva il vademecum di riLegnano

E’ stato pubblicato in questi giorni dalla compagine politica riLegnano, un particolare opuscolo informativo, composto da una quindicina di pagine, in cui si illustra...

Alto Milanese e Varesotto chiedono a Regione Lombardia un tavolo sulle sfide ambientali

Il sindaco di Parabiago, Raffaele Cucchi, si è fatto promotore della richiesta di un tavolo regionale per ragionare sulle sfide ambientali di transizione ecologica,...

Vicenda Accam: Legnano si astiene al progetto per dare il via alla ristrutturazione aziendale

Legnano intende dare ad Accam ancora una possibilità per presentare un nuovo piano industriale. Questa la decisione portata dal sindaco Lorenzo Radice questa mattina,...

Il sindaco di Legnano Radice ribadisce alla RSU di Accam l’impegno dell’Amministrazione

Nella giornata di ieri, martedì 23 febbraio, il sindaco di Legnano Lorenzo Radice e l’assessore alle Società partecipate Alberto Garbarino hanno incontrato alcuni esponenti...