Allarme agrumi colpiti da “Tristeza”

Pianta di agrumi malata (Foto da web - Foglie.it)

Il settore agrumicolo italiano è in difficoltà, lo affermano dalla CIA, la Confederazione degli Agricoltori, che in questi giorni chiede al ministro Maurizio Martina delle Politiche agricole, alimentare e forestali, di occuparsi della crisi della produzione di agrumi, che si sta abbattendo in particolare in Sicilia.

Alla richiesta di aiuto, seguirà il tavolo di lavoro già fissato per giovedì 11 gennaio a Roma, cui parteciperanno i rappresentanti del settore agrumicolo, con i rappresentanti delle Regioni, delle organizzazioni agricole e delle organizzazioni dei produttori.

Come è stato spiegato dalla CIA, è a rischio il raccolto delle arance a causa della siccità, cui si sarebbe aggiunta anche la diffusione di un virus che attacca gli agrumeti, denominato “Tristeza”.

Le difficoltà del settore potrebbero ricadere presto, per come la vede la CIA, sull’occupazione e il mercato dell’indotto, così nel corso dell’incontro della prossima settimana saranno affrontati i temi della crisi in un confronto aperto, e predisposte tutte le misure da avviare per contrastare i danni e le difficoltà denunciati.

Il virus che fa ammalare le piante di agrumi è il Citrus Tristeza Virus, appartenente al gruppo dei Closterovirus, che causa una patologia chiamata la “tristezza degli agrumi”. Le piante infestate non crescono più, le foglie ingialliscono e i rami si staccano. (Uno scenario devastante, anzi, davvero triste).

print