Adescava minori con l’inganno, arrestato per violenza sessuale un uomo a Saronno

Un uomo di 48 anni, italiano, è stato arrestato nelle scorse ore dai Carabinieri di Saronno, in provincia di Varese, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Milano.

Il soggetto è accusato di violenza sessuale su minori e detenzione di materiale pornografico poiché, secondo le indagini dei militari, avrebbe abusato sessualmente di almeno quattro minorenni, travestendosi da donna, e dopo averli adescati in rete usando un falso profilo femminile.

L’indagine è stata svolta in seguito ad un intervento effettuato da una pattuglia per una lite, avvenuta proprio nell’abitazione dell’indagato, ad agosto dell’anno scorso. In quell’occasione i Carabinieri avevano identificato l’arrestato insieme ad un altro cittadino italiano, apprendendo in seguito che l’uomo intendeva farsi “giustizia da sé”, dopo aver saputo che il 48enne aveva adescato con l’inganno suo figlio minorenne.

I successivi approfondimenti hanno fatto emergere una vicenda più inquietante e, in particolare, hanno chiarito che l’indagato, negli anni tra il 2016 e il 2018, aveva già adescato altri tre minori. L’uomo agiva entrando in contatto su Facebook con i ragazzi, tutti tra 15 e 17 anni, utilizzando un falso profilo femminile.

Come spiegato dai Carabinieri, l’uomo chiedeva ai minori di trasmettergli foto delle loro parti intime, promettendo in cambio una prestazione sessuale da consumare nella sua abitazione. I giovanissimi erano invitati in orario serale nell’appartamento dell’indagato che, rimanendo sull’uscio di casa al buio, indossando una parrucca di colore rosso e parlando in falsetto per sembrare una donna, portava a segno il suo proposito con approcci sessuali spinti.

Si tratterebbe di uno dei casi, tra i primissimi in Italia, in cui è stata contestata all’indagato l’ipotesi di violenza sessuale aggravata dal fatto di aver tratto in inganno la vittima, sostituendosi ad un’altra persona.

L’uomo, catturato questa mattina dai Carabinieri, è stato condotto nel carcere di Busto Arsizio, dove rimane a disposizione dell’autorità giudiziaria.

print