21.6 C
Comune di Legnano
domenica 20 Giugno 2021

Accusato di revenge porn un imprenditore dovrà rispettare il divieto di avvicinamento alla sua presunta vittima

Ti potrebbe interessare

Fuggono dopo una rapina e perdono la refurtiva a Saronno

E’ successo ieri, sabato 19 giugno nel pomeriggio a Saronno: due malviventi si sono fatti consegnare gioielli e preziosi dalle commesse della gioielleria Galanti,...

Rissa tra giovani a San Giorgio su Legnano: arrivano i Carabinieri

E’ successo ieri, sabato 19 giugno nel pomeriggio, in piazza Mazzini a San Giorgio su Legnano: due ragazzi, entrambi ventenni, hanno litigato e sono...

Divide e arriva in piazza la questione Accam a Legnano

Particolare presidio ieri pomeriggio, sabato 19 giugno, a Legnano: Legambiente e i Comitati contro Accam hanno organizzato un momento di confronto con i cittadini,...

Nodo mascherine: il governo si confronta per stabilire una data che sciolga l’obbligo di portarle all’aperto

Mentre da domani, lunedì 21 giugno, tutte le regioni italiane saranno in fascia bianca, tranne la Valle d’Aosta, si discute per stabilire quando far...

E’ successo nelle scorse ore: Piera Bossi, GIP del Tribunale di Busto Arsizio ha emesso una misura cautelare di divieto di avvicinamento, come richiesto dal PM Carlo Alberto Lafiandra, per un imprenditore di Busto accusato di stalking e revenge porn da una sua dipendente.

Al via gli accertamenti e l’interrogatorio dell’uomo, che in settimana sarà chiamato a spiegare quanto denunciato dalla lavoratrice: nel frattempo, a tutela della vittima, se l’imprenditore tentasse di contattarla o avvicinarla potrebbero scattare per lui misure detentive.

Stando alla denuncia l’imprenditore, sposato e in attesa di un figlio, avrebbe intrecciato una relazione con una giovane dipendente che la ragazza in breve tempo avrebbe deciso di troncare, divenendo vittima di stalking da parte dell’uomo. Questi avrebbe minacciato la donna di pubblicare foto e video dei loro incontri, oltre a pedinarla, infastidirla con numerose telefonate e diffamarla via social.

La situazione ormai insostenibile ha spinto la dipendente a denunciare i fatti che hanno portato il GIP alla decisione di emettere la misura cautelare.

Articoli correlati

Arrestato un imprenditore a Milano: narcotizza una studentessa e ne abusa

E’ successo ieri mattina, venerdì 21 maggio, a Milano: i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Porta Monforte, hanno arrestato un 50enne, amministratore unico...

Arrestato un imprenditore di Varese: non ha mai consegnato migliaia di mascherine già pagate

E’ successo nelle scorse ore a Varese: la Guardia di finanza ha arresto un imprenditore ritenuto responsabile di una particolare truffa, perpetrata ai danni...

La Guardia di finanza confisca il patrimonio all’imprenditore condannato per riciclaggio

Gli uomini della Guardia di finanza del Comando Provinciale di Milano hanno dato il via nelle scorse ore alla confisca dei beni dell’imprenditore milanese,...

Baby K e la battaglia contro il revenge porn

Claudia Judith Nahum, in arte Baby K, la giovane regina dei tormentoni estivi, ha scelto di metterci la faccia e scendere in pista contro...

Paura per Ghali aggredito da una fan

Brutta avventura per il rapper milanese di origine tunisina Ghali, vittima dell'aggressione di una pseudo fan nella sua villetta di Buccinasco, alle porte di...