domenica, 29 Gennaio 2023

A Trenord il servizio ferroviario riassegnato senza gara pubblica: per strada i pendolari

(Foto da web - Metronews)

Non vogliono più essere serviti da Trenord i pendolari delle linee regionali lombarde. E poi perché una riassegnazione a Trenord da parte di Regione Lombardia senza gara pubblica?

La risposta ai dubbi e alle ultime scelte sono stati espressi ieri, giovedì 23 gennaio, con una manifestazione sotto il Palazzo Pirelli a Milano, cui hanno partecipato numerosi viaggiatori.

La protesta è stata organizzata per dire no alla scelta di Regione Lombardia, che intende riaffidare a Trenord il servizio di trasposto ferroviario regionale fino al 2030, senza aver avviato una gara pubblica. La notizia è stata diffusa in questi giorni, ma la decisione risale allo scorso dicembre.

Il mondo politico si è già mosso contro il provvedimento regionale, anche quando è stato chiesto che i treni di ultima generazione fossero fatti circolare sulla linee dei pendolari, quelle più frequentate. Da più parti (PD, Lega, Italia Viva, Lombardi Civici) la scelta di aderire alla manifestazione, organizzata da + Europa e Azione con una raccolta di firme promossa dal PD.

Le gare aperte potrebbero coinvolgere più aziende e determinare il rilancio di imprese italiane. Regione Lombardia ha un anno di tempo per ripensare al provvedimento e riaprire la gara ad altre società. Nelle prossime settimane si attendono nuove azioni per convincere il governatore Attilio Fontana ad un ripensamento su Trenord, coinvolgendo la maggior parte degli utenti delle linee regionali. Ieri sono state presentate in Regione dal PD le 10mila firme, raccolte in poche ore, con una petizione sul tema.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI