domenica, 25 Febbraio 2024

67° Campaccio Cross Country: vincono Ebenyo e Niyomukunzi. Seconda Nadia Battocletti

(Foto Sportmedia)

A San Giorgio su Legnano si è disputato ieri, sabtao 6 gennaio, il 67° Campaccio Cross Country, organizzato dalla US Sangiorgese. Vincono il keniano Ebenyo e la burundese Niyomukunzi. L’azzurra Nadia Battocletti è seconda.

All’evento è stata presente da spettatrice e motivatrice anche la vincitrice dell’ultima edizione, nonché seconda classificata nel 2022, l’eritrea Daniel Rahel Gebreyohannes.Il re del 67° Campaccio Cross Country è stato il keniano Daniel Simiu Ebenyo, mentre tra le donne entra nell’albo d’oro la burundese Francine Niyomukunzi.

(Foto Sportmedia)

Per quanto riguarda la gara internazionale donne, come si legge in una nota, è stata una gara carica di tensione emotiva per la presenza dell’azzurra Nadia Battocletti (Fiamme Azzurre) che al primo passaggio ha fatto sentire il fiato sul collo alla burundese Francine Niyomukunzi (Cus Pro Patria Milano). Poco distaccata Giovanna Selva (Cs Carabinieri Sez Atl.), a sua volta gomito a gomito con Rebecca Lonedo (Fiamme Oro Padova). Secondo gruppo di inseguitrici con l’ungherese Lili Anna Vindics-Toth, Michela Cesarò (Cs Carabinieri Sez Atl.) e Sara Nestola (Calcestruzzi Corradini). Al passaggio al secondo giro in 13’24” (4km), Nadia Battocletti guida su Francine Niyomukunzi con un distacco di 9” su Giovanna Selva che transita in 13’43”. Finale di gara con Nadia Battocletti che paga dazio per non aver recuperato totalmente dall’influenza che l’aveva colpito subito dopo il successo del 31 dicembre alla BoClassic. E’ la burundese Francine Niyomukunzi a tagliare il traguardo di questo prestigioso evento con il crono di 19’42” mentre i tanti ragazzi dagli spalti incitavano Nadia Battocletti, seconda in 19’46”. Completa il podio Giovanna Selva in 20’31”, terza delle italiane, in quinta posizione assoluta, Rebecca Lonedo in 21’00” netti.

Nel corso della gara internazionale uomini, l’ugandese Chelimo ed il keniano Ebenyo hanno subito fatto capire chi avrebbe comandato imponendo un ritmo eccezionale, ancora più impressionante guardando al passo leggero e scattante. Al passaggio ai primi due giri, Chelimo sembrava non subire il fiato sul collo di Daniel Ebenyo, i due, gomito a gomito, sempre più staccati dal gruppo degli inseguitori costituito dal rwandese Yves Nimubona (US Quercia) e i due burundesi Celestin Ndikumana (ASD Atl Futura Roma) e Egide Ntakarutimana (Atl. Casone Noceto). Più staccato l’azzurro Iliass Aouani (GS Fiamme Azzurre).

Ad accendere la gara sono stati piccoli avvicendamenti al comando, prima che il keniano Daniel Simiu Ebenyo prendesse il comando per la volata finale, un vero successo annunciato dal suo sorriso e dalle bracciate alzate in segno di vittoria già dall’ingresso in pista, quando l’atleta ha iniziato a chiedere l’applauso del pubblico. Traguardo magico per Daniel Simiu Ebenyo che chiude la gara con grande leggerezza in 29’16” e si ferma sulla finish line ad applaudire ed incitare i suoi avversari, incarnando appieno i valori dello sport. Piazza d’onore per Oscar Chelimo, che dopo il terzo posto del 2022 e il quarto del 2023, si arrende all’attacco di Ebenyo risalendo sul podio con il crono di 29’22”. Terzo classificato Yves Nimubona (US Quercia). Solo ottavo in 30’31” Iliass Aouani subito seguito dal compagno di squadra Pasquale Selvarolo (GS Fiamme Azzurre) in 30’39”. Terzo italiano è Luca Alfieri (Atl. Casone Noceto) in 30’44”.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI